Halloween: ricetta golosa e spaventosa

Biscotti glassati alla zucca

Realizzare questa gustosa ricetta è veramente semplice, di seguito è illustrato il procedimento  per preparare biscotti per circa quattro persone.

Gli ingredienti necessari per la frolla sono:

  • 300 gr di farina 00
  • 150 gr di zucchero a velo
  • 2 uova intere
  • 1 tuorlo
  • 125 gr di burro
  • scorza di limone

Per realizzare il ripieno invece occorrono:

  • 50 gr di zucchero
  • 300 gr di zucca
  • 100 ml di acqua
  • scorza di un limone

Infine per la glassa servono:

  • 30 gr di albumi
  • 50 gr di zucchero a velo
  • il succo di un limone
  • coloranti alimentari.

La prima cosa da fare è mettere lo zucchero, la farina, la scorza grattugiata di un limone e un pizzico di sale all’interno di una ciotola e mescolare con l’aiuto di una frusta, poi aggiungere il burro e le uova senza gli albumi. Formare con le mani un panetto, ricoprirlo con della pellicola e lasciarlo riposare in frigo per circa 60 minuti. Per realizzare il ripieno bisogna lavare la zucca, eliminare la buccia, tagliarla a pezzetti, farla bollire in una pentola fino a quando non inizierà ad ammorbidirsi, aggiungere a questo punto lo zucchero e il limone, cuocere per circa 20 minuti. Scolare la zucca e schiacciarla con una forchetta fino ad ottenere un composto liscio, lasciarla raffreddare. Stendere con l’aiuto di un mattarello la frolla, riempire una sac a poche con la crema di zucca, farcire la pasta, chiudere i biscotti e spennellare con con l’albume. Infornare i biscotti per 30 minuti a 180 gradi. Mentre i biscotti cuociono preparare la glassa, montare a neve l’albume e aggiungere lo zucchero e un paio di cucchiai di limone, infine aggiungere il colorante e mescolare. Mettere il composto in una sac a poche e decorare i biscotti.

Questa facile ricetta è un must da preparare soprattutto nel periodo che coincide con la festa di Halloween, si tratta infatti di biscotti molto apprezzati sia da grandi che da piccini ed è ideale quando si è invitati ad una festicciola per l’evento più spaventoso dell’anno. Nella capitale per esempio l’halloween roma è una festa che comincia ad essere molto sentita, moltissime mamme si uniscono affittando una sala per far divertire i bimbi ed ognuna è incaricata di cucinare qualcosa di buono e a tema, in questo caso la ricetta illustrata vi farà fare un figurone sarà molto apprezzata da tutti. Allo stesso modo sarà una gioia per tutti i bimbi che busseranno alla vostra porta per “dolcetto o scherzetto” se insieme alle classiche caramelle donerete loro dei buoni biscotti fatti in casa!

Realizzare un fotolibro con le vostre ricette

Negli ultimi anni, come possiamo capire molto bene accendendo la televisione, è arrivata sotto la luce dei riflettori una pratica che, nel nostro paese, è sempre stata tradizionalmente molto importante: è la cucina.
Tutti sappiamo bene che cucinare, specie per le persone anziane, è una vera e propria passione, ma in questi anni anche ai giovani è tornata la voglia di farlo, di sperimentare, di provare nuovi cibi e ricette. E qualcuno, magari complice la crisi economica degli ultimi anni, ha pensato bene di farne addirittura un lavoro, mettendosi prima a cucinare amatorialmente, per passione, poi cercando un lavoro, anche come aiuto cuoco, in un ristorante.
Anche molti ragazzi giovani hanno scelto di iscriversi ad una scuola superiore che qualche anno fa rimaneva molto in sordina, come la scuola alberghiera, con il risultato che oggi nel mondo della cucina si viene a creare molta concorrenza, più che in passato. Ma come possiamo fare a presentare le nostre capacità a chi magari deve offrirci un lavoro, o sceglierci per cucinare, se non sempre abbiamo la possibilità di far assaggiare le nostre creazioni?
La cucina non è solamente cucinare un piatto che sia buono al gusto, ma anche bello alla vista. Si può infatti fare il piatto più buono del mondo, ma se è nero e sembra bruciato gli altri non saranno invogliati a mangiarlo; insomma, conta molto anche l’aspetto estetico che gli diamo. E se ci facciamo attenzione, se facciamo un buon lavoro, perché non fotografare i propri piatti prima di cucinarli, e perché non provare a mostrare agli altri proprio quelle foto?
Una delle idee che possiamo dare a tutti gli aspiranti cuochi, ma anche a chi vuole avere un ricordo delle proprie ricette magari perché erano venute particolarmente bene, è quella di creare un fotolibro, un libro fotografico che appunto raccolga gli scatti delle nostre creazioni.
Se scattiamo molte foto ai piatti, probabilmente le avremo in una memoria, magari quella della macchina fotografica, e non le avremo mai stampate: perché, quindi, non farlo adesso? Le foto dei piatti, ovviamente scegliendo quelle più belle dal punto di vista dell’immagine, possono essere caricate su un software per realizzare un album foto e a questo punto essere disposte nel modo migliore per valorizzarle al massimo. A quel punto potete decidere non solo di fare un fotolibro ma anche stampare foto del formato che più vi piace.
Un libro fotografico può dire molto di più di quanto possa sembrare a chi guarderà le nostre ricette. Ad esempio, è possibile mettere sullo sfondo di una pagina una foto a delle galline che razzolano nel verde, e sopra quattro foto scattate a piatti composti a partire dalle loro uova: non da un’idea di una persona attenta alle materie prime? Altra idea è quella di mostrare sia la foto dell’ingrediente principale, anche vegetale, e poi come lo abbiamo composto, per sottolineare le nostre capacità.
Ovviamente, possiamo farci aiutare da qualche amico appassionato di fotografia per realizzare degli scatti perfetti (ci sono delle regole ben precise per farlo, con il cibo), e da un sito importante come Cewe.it per stampare foto dei vostri piatti; questo binomio vi permetterà di avere nelle vostre mani dei prodotti di stampa di altissima qualità.
Perché saper cucinare bene è importante, ma purtroppo non è tutto, in quanto bisogna sapere anche presentare ciò che facciamo: in questo, un libro fotografico delle nostre ricette può essere un aiuto davvero valido.

Pappardelle gratinate al tartufo bianco e fonduta di formaggi

Le “Pappardelle gratinate al tartufo bianco e fonduta di formaggi” costituiscono una ricetta delicata e dal profumo del pregiato tubero, ma al tempo stesso molto gustosa e di semplice preparazione, quindi facilmente inseribile in un menù considerevole.

Ingredienti (per 4 persone):

  • 350 gr. di tagliatelle all’uovo fresche
  • 80 gr. di Fontina
  • 80 gr. di formaggio Branzi
  • 200 gr. di besciamella
  • Tra i 25 e i 50 gr. di Tartufo Bianco
  • Burro q.b.
  • Pangrattato q.b.
  • Grana Padano grattugiato q.b.

Preparazione:

Tagliamo a cubetti i due formaggi e prepariamo la besciamella fluida (se è troppo densa aggiungiamo qualche cucchiaio di latte), dopodiché puliamo con uno spazzolino il tartufo bianco senza bagnarlo troppo e dopo averlo pulito lo asciughiamo accuratamente.
Imburriamo una pirofila e cospargiamola di pangrattato.
Lessiamo le pappardelle per qualche minuto lasciandole al dente e scoliamole, poi condiamole con due fiocchi di burro e riponiamole nella pirofila insieme ai cubetti di formaggio precedentemente preparati. Spolveriamoci sopra il grana grattugiato e ricopriamole con la besciamella fluida.
Teniamole in forno per circa 20 minuti a 180° e una volta estratte affettiamoci sopra il tartufo bianco.
La quantità di tartufo da utilizzare può variare in base al nostro budget da un minimo di 25 gr ad un massimo di 50 gr. Ricordiamoci che abbondare in modo esagerato con il tartufo è solo uno spreco e non migliora il risultato.

Per il vino da abbinare a questo piatto si consiglia un Barbaresco o un Dolcetto d’Alba.

Preparare delle ricette facili e gustose con i funghi

 

Schermata 2016-05-05 alle 16.30.47

Oggi vorrei parlarvi di come preparare delle ricette facili e gustose con i funghi e di qualche

idea per preparare ricette facili e veloci come ho sempre trovato su Infariniamoci, blog sempre

molto interessante.

Il fungo, una volta era considerato come un tipo di organismo indegno.

Di solito, infatti, cresce in condizioni strane ed in posti ancora più strani.

Non è mai stato considerato un alimento così tanto interessante con cui avere a che fare ma negli

ultimi anni l’opinione è decisamente cambiata: è stato presentato come un alimento in grado di

aiutare tutto il corpo, dal mal di testa al sistema immunitario fino a combattere il cancro!

E i vantaggi del mangiare i funghi sono davvero così tanti che dovremmo proprio pensare di

aggiungere al nostro menù un bel po’ di ricette con i funghi.

Ci sono diversi tipi di funghi tra cui scegliere.

Ma, per favore, fate la vostra scelta nell negozio di alimentari.

A meno che non sia un esperto, questo non è una cosa che possiate scegliere con una certa

superficialità!

Molti funghi, naturalmente, possono essere velenosi, e non si vuole di certo correre il rischio. Così,

quando si va alla ricerca di funghi per fare i vostri piatti mi raccomando di andare sempre in un

negozio dove ci siano degli esperti a cui chiedere consigli.

Le ricette con i funghi non devono essere ricette speciali.

Si può prendere una ricetta che ci piace e basta aggiungere i funghi, ad esempio.

Questo funziona bene soprattutto per le ricette di manzo e pollo, ma ci sono piatti vegetariani con

cui questa cosa si può fare ugualmente.

Un piatto di broccoli può essere ravvivato quando vengono aggiunti alcuni funghi.

A volte si può sostituire la carne da mettere nel panino con un bel fungo carnoso su cui appoggiare

una bella fetta di cheddar che si scioglie.

La cosa importante dei funghi è che possono essere molto versatili sia con il sapore che con la

consistenza. Se i funghi vengono aggiunti a una zuppa fanno da subito quel sughetto cremoso che

rende più cremosa anche la zuppa.

A volte le persone sono un po’ intimidite dalle ricette con i funghi perché non sanno come pulirli. Il

consiglio è non usare mai l’acqua ma pulirli solo con un panno umido, da utilizzare con cautela e

con grande precisione.

Lo so, può sembrare scocciante ma cavolo, parliamo di un alimento che fa benissimo!

Con tutte le qualità antibiotiche che ha, perdere un po’ di tempo per pulirlo di certo non fa nessuna

differenza, no?

Impariamo a pensare ai funghi come contorno, come secondo, come zuppa.

Ho proprio voglia di sapere le vostre ricette e come i funghi facciano parte della vostra dieta.

Come li cucinate?

Come Preparare i Fusilli alla Bottarga di Tonno

Uno dei più buoni piatti che si possa mangiare e di facile preparazione sono gli spaghetti alla bottarga. Per chi non conosce questa ricetta, bisogna dire che la bottarga è un alimento altamente pregiato formato dalle uova del tonno o del cefalo e vengono realizzati sottoponendo questa uova ad un lungo procedimento di essiccatura e di salatura. Gli spaghetti alla bottarga sono da considerare un vero e proprio lusso per il palato e uno dei migliori piatti che si possano preparare per trascorrere una splendida serata.

Per chi si trova a preparare questo prelibato piatto per la prima volta può risultare difficile trovare tutti gli ingredienti ed è per questo che puoi acquistare online i sugo alla bottarga e tonno su Weloveat risparmiando tempo.

Per preparare i fusilli alla bottarga servono:

 

  • Bottarga di Tonno a pezzo intero 60g
  • Olio extravergine d’oliva 60g
  • Scalogno 35g
  • Limoni e scorza 1
  • Pangrattato 40g

 

Importante è scegliere il tipo di pasta da utilizzare che deve essere di grano duro e di ottima qualità.

Una volta fatti tutti questi passi si può procedere alla realizzazione del piatto da portare in tavola seguendo un procedimento di preparazione preciso.

 

  • Portare in ebollizione l’acqua
  • Calare gli spaghetti
  • Tritare lo scalogno
  • Mettere lo scalogno tritato in un tegame con dell’olio d’oliva e lasciarlo insaporire
  • Aggiungere un mestolo d’acqua
  • Lavare un limone pelarlo
  • Tagliare il limone a listarelle e versarlo insieme allo scalogno e l’olio
  • In una padella a parte versare pangrattato e olio e lasciarlo insaporire
  • Una volta pronti gli spaghetti, scolarli e versarli nel tegame con il limone
  • Versare la bottarga e il pangrattato
  • Mescolare

 

Una volta fatto, il piatto può essere servito in tavola ed è pronto per essere mangiato.

Mezze penne con funghi galletti e pachino

Oggi vi presentiamo un piatto molto facile e altrettanto buono. Invernale o autunnale e’ una ricetta molto interessante e sono le mezze penne con funghi galletti, andiamo a vedere la ricetta:

Ingredienti:

– 2 cipollotti freschi
olio evo
10 pachino
200 gr funghi galletti (io, congelati)
4 cucchiai parmigiano reggiano (prodotto italiano DOP)
sale
50 gr pancetta a dadini

Preparazione

Prendiamo i nostri cipollotti tagliati ben sottili e mettiamoli dentro la padella con l’olio evo facendoli soffriggere. Dopo di che aggiungiamo la pancetta a dadini, i pomodori pachino  e i funghi galletti. Regolando il sale a nostro piacimento,  nel frattempo lasciamo cuocere il tutto fino a quando si crea una deliziosa e squisita salsa.

Quindi prendiamo un mestolino (di quelli che usiamo per scolare la pasta)  e ci mettiamo il parmigiano grattugiato fino a che non diventa una crema tipo ricottina. Ora andiamo a scolare la pasta e condiamo con il sugo e la crema di parmigiano fatta precedentemente.

Serviamo il tutto con altro parmigiano e del pepe macinato.

Risultato: stupiremo i nostri amici o parenti e sicuramente ci chiederanno di cucinare ancora per loro. Buon Appettito!!!!

 

Il Tiramisu’, la ricetta classica e che piace a tutti

Oggi andiamo a vedere la classica ricetta di un dolce che fa impazzire tutti grandi e piccini: il Tiramisù.

Ingredienti:

-500 grammi di mascarpone
-500 grammi di savoiardi
-200 grammi di zucchero
-6 uova
-12 tazzine di caffè
-1 bicchiere di vermouth
-cacao amaro in polvere

Una volta presi gli ingredienti necessari andiamo a vedere la preparazione:

Iniziamo senza perdere tempo a fare i caffè con la moka ne serviranno 12 quindi prendiamo una piatto fondo ma abbastanza largo. Dopo di che versiamoci il bicchiere di vermouth e un pugnetto di zucchero. Lasciamo il tutto a raffreddare per un po’. Mentre si raffredda il caffè andiamo a preparare la crema del tiramisù prendendo le uova e separandole il tuorlo.

Iniziamo a sbattere il rosso dell’uovo molto bene finchè il tutto non diventi chiaro senza grumi e omogeneo. Subito dopo mettiamoci dentro il mascarpone e con una frusta elettrica iniziamo a sbattere per bene aggiungendo dello zucchero. Verrà fuori una squisita crema senza grumi che metteremo da parte. Ora prendiamo una pirofila rettangolare e mettiamo dentro il primo strato di crema;

Iniziamo a inzuppare i savoiardi nel caffè uno ad uno e mettiamoli in fila. Questo procedimento facciamolo per 4 – 5 file di savoiardi fino alla fine della pirofila. Una volta arrivati alla fine possiamo spolverare il tutto con il cacao amaro in polvere e mettiamo in frigo per circa 3 ore. Vi assicuriamo che sarà un bel successo e che piacerà a tutti. Buon Appettito.

Il famoso pesto alla Genovese

Oggi andiamo a vedere uno dei condimenti più famosi in Italia: il pesto alla Genovese. E siccome e’ molto famoso e’ anche uno sei sughi più storpiati.
Come dice il nome il pesto va “pestato” appositamente nel mortaio, aggiungendo un po’ alla volta gli altri ingredienti. Per chi non possiede il mortaio si può usare anche il mixer da cucina anche se sicuramente sarà un risultato diverso.

Subito dopo procuratevi del basilico bello fresco e come media per ogni 25-30 foglie usate uno spicco d’aglio. Ossia per spiegarvi meglio diciamo per 50 grammi di basilico bastano 2 spicchi d’aglio, un cucchiaio di pinoli, sei cucchiai di parmigiano grattugiato, due di Pecorino, mezzo bicchiere di olio extravergine d’olivo e un po’ di sale grosso.

Ora vi andiamo a descrivere la preparazione: per prima cosa andiamo a lavare le foglie del basilico sotto l’acqua fredda e le facciamo asciugare in un panno. Ora dobbiamo ottenere una crema pastosa con l’aglio e il sale grosso quindi con il pestello di legno iniziamo a pestarli fino a che non diventi appunto una bella crema.

pesto2

Aggiungiamo i pinoli e continuate a pestare la crema con un movimento rotatorio finchè pure i pinoli diventino crema insieme all’impasto. Ed ora e’ il turno del basilico aggiungendone poco alla volta. Cosa importante: non scordiamoci che il movimento del pestello deve essere circolare perche’ il basilico non va “stressato” durante la pestatura ma deve lasciar gli aromi contenuti nelle foglioline.

Si perchè il pesto e’ un condimento abbastanza lento e difatti sprigiona il suo gusto piano piano proprio come la sua “pestatura”.

Detto questo, quando abbiamo ottenuto la crema possiamo andare ad aggiungere i formaggi insieme all’olio d’oliva, continuando sempre a pestare in senso orario. Vedrete sicuramente un’ottima crema di color verde e possiamo andare ad annusare per sentirne il suo ottimo profumo di questo sugo divino. Sicuramente non ve ne dimenticherete per un bel po’ di tempo. Buon Appetito.

Polpette funghi e zucchine

Ingredienti:

-½ Kg di macinato di vitella
-Un uovo
-due piccole zucchine
-4/5 fettine di pane in cassetta
-1 etto e mezzo di champignon
-latte

Prevedono un tempo di preparazione di 20 minuti, un tempo di cottura di 10 minuti. Classico piatto italiano esportato in tutto il mondo, in questa ricetta vedremo una variante molto saporita con l’aggiunta dei funghi e delle zucchine. Ma vediamo com’e’ la preparazione:

Preparazione:
Come carne abbiamo preso la carne di vitella che ha senza dubbio un sapore più delicato rispetto al manzo e dei funghi particolari i funghi piopparelli. Certo possiamo usare anche altre specie di funghi biologici come i champignon e pensiamo che i porcini per questo piatto siano specati. Detto questo veniamo alla vera e propria preparazione.
Tagliamo a pezzi molto piccoli i funghi e zucchine, ripassiamoli in bacheca con un fuoco discretamente alto e con qualche cucchiaio di olio. Cosi per una decina di minuti facciamolo saltare e pepiamolo. Lasciamolo intiepidire. Amalgamiamo la carne tritata con l’uovo sbattuto e il pane in cassetta inumidito dal latte, quindi il composto di zucchine e funghi e impastiamo il tutto. Dobbiamo regolare la consistenza dell’impasto quindi come prova prenderemo con la nostra mano il composto e lo mettiamo verticalmente verso il basso. Se si sfalda subito dovremmo aggiungere altro pane in cassetta quindi cerchiamolo di fare con una certa consistenza. Una volta fatto questo passaggio iniziamo a dare forma alle nostre polpette modellandole con le mani e cuociamole in una padella antiaderente aggiungendo qualche cucchiaio di olio. Saliamo e pepiamo e siamo pronti per servire ai nostri amici o parenti.

Tiella di carne con funghi e patate

Ingredienti:

-400 grammi di funghi porcini
-700 grammi di polpa di maiale lonza o spalla
-2 spicchi di aglio
-4 cucchiai di olio di oliva extravergine
-1 ciuffo di prezzemolo
-1 rametto di rosmarino
-Peperoncino (se piace quindi e’ facoltativo)
-Sale a piacere.

Preparazione:

Togliamo ai nostri funghi la parte dove c’e’ la terra, con un coltello puliamo bene il gambo raschiandolo e prendiamo un panno umido per finirli di pulire bene. Subito dopo tagliamoli a tocchetti e mettiamoli in un recipiente.

Ora laviamo le patate sbucciamole e risciacquiamole per bene poi asciughiamole e subito dopo tagliamole e mettiamole da parte. Dopo di che prendiamo la nostra carne e priviamola da eventuali parti grasse tagliamola a tocchetti regolari, nel frattempo sbucciamo i spicchi di aglio e togliamo la parte centrale (quella indigesta) facciamoli rosolare in una padella bella grande e uniamo la carne facendo cuocere il tutto a fuoco basso per una quindicina di minuti.

Passati i 15 minuti possiamo andare ad aggiungere i nostri funghi e le nostre patate precedentemente tagliati, aggiungiamoci anche il prezzemolo e dopo aver tritato mettiamo pure il rosmarino.

Aggiungiamo al tutto anche una manciata di peperoncino se vogliamo dare un tocco piccante al piatto insieme al sale. Copriamo con il coperchio e aspettiamo il tempo di cottura circa 30 minuti mescolando di tanto in tanto e aggiungendo l’acqua calda se il nostro sugo si va a ristringere. Da servire caldo vi auguriamo Buon Appetito.